Home » Notizie » 24ORE di Fotografia – Panzano e MuCa Museo della cantieristica

Obiettivo Company Town PixAround 2024 Eventi Uscite Fotografiche

24ORE di Fotografia – Panzano e MuCa Museo della cantieristica

10 Aprile 2024
Classifica e votazioni Bracket e Classifica

Sabato 20 aprile 2024. Le 24ORE sono aperte a tutti. I fotografi potranno partecipare liberamente, muniti della propria attrezzatura fotografica e autonomi negli spostamenti.

Sabato 20 aprile 2024

Ci incontreremo a Panzano per la quarta uscita fotografica realizzata nell’ambito delle attività di PixAround FVG 2024.

L’uscita è parte anche del progetto Obiettivo Company Town: Panzano e Torviscosa dal Novecento a Oggi che mira a documentare e valorizzare gli eventi storici e le trasformazioni sociali e culturali che hanno portato alla creazione delle company town di Panzano e Torviscosa. Due esempi di città innovative pensate per accogliere i lavoratori delle aziende ed offrire loro opportunità di svago e benessere attraverso un apparato sociale indipendente, rappresentando esempi significativi di innovazione urbana.

L’uscita è realizzata con il prezioso supporto del Consorzio Culturale Monfalconese/Ecomuseo Territori, del Comune di Monfalcone, del MuCa – Museo della Cantieristica di Monfalcone e del Circolo Fotografico Friulano.

La partecipazione è gratuita ma è gradita la conferma di partecipazione a [email protected]

PROGRAMMA

I fotografi partecipanti saranno liberi di esplorare altri scorci in autonomia e secondo la propria ispirazione.

Ore 9:00 – Museo della Cantieristica, ex Albergo Operai Celibi, Via del Mercato 3 Apri in MAPS

Ad accompagnarci ci saranno inoltre:
– l’ingegner Edino Valcovich, già professore ordinario di Architettura Tecnica all’Università degli Studi di Trieste, che per molti anni si è occupato, per motivi professionali e di ricerca scientifica, del quartiere di Panzano. È stato responsabile del gruppo di progettazione e poi Direttore dei Lavori, tra il 2006 ed il 2009, del recupero dell’Albergo Impiegati, ora Palace Hotel;
Andrea Rossato, fotografo vincitore del “National – Italy Award” al Sony World Photography Awards 2015 e premiato anche alle due edizioni successive, che fornirà suggerimenti e indicazioni ai partecipanti per la realizzazione di scatti che catturino l’anima delle città, raccontino al meglio i luoghi, le tracce della storia, le persone.

La passeggiata avrà inizio dal Museo della Cantieristica – ex Albergo Operai Celibi, in Via del Mercato 3 grazie alla collaborazione con il MuCa – Museo della Cantieristica di Monfalcone.
Dopo una breve visita del museo, il percorso procederà verso Via Pisani, la via che al tempo era dedicata alle botteghe e al mercato locale. Qui si collocano anche le case bifamiliari per operai specializzati. Una volta superato questo punto si raggiungerà la vecchia piazza del mercato, ora Piazzetta Esposti Amianto.
Successivamente si percorrerà Via Cosulich, arteria principale del villaggio, tramite la quale sarà possibile osservare le villette a blocco, anche chiamate “ad H”, che ospitavano 8 famiglie operaie e il campo sportivo Oscar Cosulich.
Si arriverà poi al quartiere per dirigenti e impiegati caratterizzato dalla presenza di ville singole e bifamiliari. Percorrendo il vecchio tracciato della ferrovia si arriverà all’Europalace Hotel, ex Albergo Impiegati Celibi, all’interno del quale avrà termine la passeggiata.

A seguire shooting libero

Ore 13:00 circa – Pranzo di gruppo
(CONFERMA quanto prima e comunque entro giovedì 18 aprile a [email protected] fino a esaurimento posti disponibili)

Ore 14:30Shooting pomeridiano libero o in compagnia dell’ospite e mentore Andrea Rossato!

Ore 17:00 – Saluti e considerazioni sulla giornata.

NOTA: è richiesto un abbigliamento comodo-sportivo


Il MuCa consiglia
Oltre agli spunti che si troveranno nel corso della passeggiata guidata al villaggio, si consigliano i seguenti luoghi rappresentativi di Monfalcone:
Piazza della Repubblica e il centro città. Dalla piazza è possibile accedere all’Area archeologica medievale in municipio e, dalla vicina piazza Cavour, alla Galleria Comunale d’Arte Contemporanea. Oltre a ciò è facilmente raggiungibile a piedi la Piazza Falcone e Borsellino dove si conserva ancora parte delle antiche mura medievali;
La Rocca. Raggiungibile a piedi oppure tramite navetta “Rocca Bus” (la fermata dell’autobus si trova in Piazza Unità, di fronte all’Area archeologica medievale). Si consiglia anche una passeggiata sul carso facilmente raggiungibile sia dalla Piazza della Repubblica che dalla Rocca stessa. È consigliata la visita al Parco tematico della Grande Guerra;
Baia di Panzano: Marina Julia e Marina Nova. Raggiungibili facilmente in auto. Consigliamo una passeggiata lungo l’argine che collega Marina Julia a Marina Nova. Qui si possono visitare le marine vicine (Hannibal, SVOC e la Canottieri Timavo), oltre ad una tappa all’Isola della Cona in quanto riserva naturale e faunistica;
Lisert. Zona raggiungibile in auto, dove c’è la possibilità di trovare le Terme romane e ulteriori marine (Tavoloni, Marina Lepanto);
Villaggio operaio Solvay. Raggiungibile comodamente in auto. Consigliamo una passeggiata lungo le vie Tartini, delle Mandrie, Romana e delle Fontanelle, all’interno del cui perimetro è possibile vedere la vecchia colonia operaia.

Obiettivo Company Town. Panzano e Torviscosa dal Novecento a Oggi è realizzato con il sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia – Io Sono Friuli Venezia Giulia e le partnership con Comune di Torviscosa, Consorzio Culturale Monfalconese/Ecomuseo Territori, Circolo Fotografico Friulano APS, AIDIA Trieste – Associazione Italiana Donne Architetti e Ingegneri.

Il progetto si avvale inoltre della consulenza dell’Architetto Lucia Krasovec-Lucas, Presidente di INARCH – Istituto Nazionale di Architettura Sezione Triveneto e Fondatrice di AIDIA – Associazione Italiana Donne Architetti e Ingegneri – Sezione di Trieste; Andrea Rossato, fotografo professionista, unico italiano a confermarsi in tre edizioni consecutive dei Sony World Photography Awards durante i quali la World Photography Organisation gli ha conferito: il “National – Italy Award” nel 2015 e il premio terzo classificato nella categoria Professional–Art–Candid nel 2016, e lo ha nominato tra i migliori sei fotografi al mondo nella categoria Professional-Sport nel 2016, divenendo l’unico italiano a riuscire a confermarsi in tre edizioni consecutive ma anche in categorie diverse.


Premi

In seguito a un preciso lavoro di curatela, Exhibit Around APS selezionerà le Migliori Fotografie della 24ORE di Fotografia.

I° classificato

  • Buono Amazon del valore di € 200,00
  • Libri e volumi fotografici di Exhibit Around in omaggio per un valore di € 150,00

II° classificato

  • Buono Amazon del valore di € 50,00
  • Libri e volumi fotografici di Exhibit Around in omaggio per un valore di € 50,00

Scopri di più

Il Villaggio operai di Panzano nasce nel 1908 per opera dei fratelli Cosulich, fondatori del Cantiere Navale Triestino, per ospitare i lavoratori del cantiere navale.
Il villaggio di Panzano rientrava nel modello delle cosiddette company town, ovvero agglomerati urbani autosufficienti e funzionali agli impianti industriali diffusi sul territorio italiano da inizio Novecento, ed era strutturato con precise caratteristiche architettoniche e urbanistiche che garantivano ai lavoratori e alle loro famiglie i servizi essenziali di tipo culturale, ricreativo, commerciale, sportivo, 

Il Cantiere Navale Triestino (CNT) di Monfalcone è stato fondato nel 1908 dalla famiglia Cosulich, armatori provenienti dall’isola di Lussino, inizialmente per costruire navi destinate all’Unione Austriaca di Navigazione. La decisione di aprire il cantiere fu motivata dalla volontà del governo austro-ungarico di promuovere le costruzioni navali nell’Impero. Il sito scelto, nell’area di Panzano, era ideale grazie alla vicinanza del Canale Valentinis, che garantiva una conservazione ottimale delle navi in costruzione.
Già nei primi anni dopo l’apertura del Cantiere emerse per i lavoratori il problema dell’abitazione. Dopo la costruzione di alcuni primi alloggi, nel dopoguerra venne realizzato il progetto dell’ingegnere Dante Fornasir: un vero e proprio villaggio operaio che diede ospitalità a circa 5000 abitanti.

All’interno del villaggio vi erano scuole, negozi, giardini, un campo sportivo e il teatro detto “del cantiere” (edificato nel 1920 e devastato dai bombardamenti della Seconda Guerra mondiale).

Una delle principali tipologie di case costruite erano le case operaie con pianta ad “H”: edifici a due piani che al loro interno potevano ospitare fino ad otto abitazioni, ognuna delle quali dotata di cucina-soggiorno, due stanze da letto, un gabinetto, un corridoio ed un ingresso indipendente.
Le aree destinate alle abitazioni degli operai erano differenziate da quelle riservate agli impiegati e dirigenti, eleganti ville che sorgevano in zone più distanti del cantiere.
L’allora albergo impiegati è diventato oggi l’hotel Europalace, mentre l’albergo operai è oggi sede del Muca Museo della Cantieristica.
www.mucamonfalcone.it e www.ccm.it

Altre news
La Città Doppia PixAround 2024 Eventi Uscite Fotografiche

24ORE di Fotografia – Gorizia e Nova Gorica

16 Maggio 2024
Photo © Giuseppe Maione - Est Side
Obiettivo Company Town Open Call Progetti

Terminata l’open call fotografica “Obiettivo: Company Town”

7 Maggio 2024